Logo
Aiuto! Ho Bisogno di una regina (… ma sarà vero???) –  Parte 1
3 Ott 2020

Aiuto! Ho Bisogno di una regina (… ma sarà vero???) – Parte 1

Post by Valentina Larcinese

Partendo dal mio personalissimo assioma secondo il quale anche la più grande delle sfighe nasconde almeno una buona opportunità da sfruttare, la quarantena mi ha dato la possibilità di rispolverare il mio inglese assai arrugginito, così mi sono cimentata in questa prima (e forse non ultima) traduzione. L’argomento dell’articolo tradotto e la frizzante cifra stilistica dell’autrice Meghan Milbrath sono stati inviti non rifiutabili e anche perchè io e lei riceviamo le stesse richieste!
Mi piace che Meghan Milbrath riporti la sua esperienza calata nel proprio territorio, ma non potrebbe perché ovunque l’apicoltura è funzione ed espressione del luogo in cui viene svolta e delle condizioni climatiche. In particolare il Michigan ha un clima continentale, ma grazie alla presenza dei Grandi Laghi può godere di estati ed inverni miti. Ovviamente bisogna ricordare che mentre in Italia utilizziamo le arnie Dadant-Blatt negli Usa e in diverse parti del mondo si utilizzano le Langstroth che sono molto simili alla nostrana arnia marchigiana.
Inoltre c’è anche una piccola e interessante digressione sui pacchi d’ape che in Italia non vengono usati così frequentemente come negli USA.
Buona lettura!

Giugno è un periodo piacevole nel Michigan. Il flusso nettarifero inizia ad essere importante, la minaccia di gelate è passata e noi  siamo sopravvissuti ad un’altra stagione di sciamatura e divisioni. Dopo un lungo inverno e una difficile primavera, le api si sono stabilizzate e producono miele, e tutto è finalmente bello nel mondo delle api. Finchè… non iniziano le telefonate per la richiesta di regine. “Aiuto! Ho bisogno di un regina!”, “Hai una regina disponibile  IMMEDIATAMENTE da raccogliere?”, “Ho bisogno di una regina oggi!”. Tutte queste chiamate di apicoltori che sono nel panico sono dovute al fatto che, aprendo i loro alveari durante una visita, aspettandosi di trovare della covata e una regina, non hanno trovato alcun segno nè della regina e neanche della covata. Sapendo che una colonia ha bisogno di una regina, mirano a risolvere la questione dando una regina il più velocemente possibile e iniziano a chiamare freneticamente per averne una. Molti sono angosciati perché non riescono a trovare qualcuno che abbia disponibile una regina in vendita. Se la trovano, sarà spesso inusualmente costosa, arrivando ad un costo di circa 100$ comprese le spese di spedizione.

La cosa peggiore è che lo stress e i costi non sono affatto necessari. L’idea dell’apicoltore è che intraprendendo velocemente un’azione di emergenza si possa salvare un alveare, ma in realtà mai una colonia è “sistemata” dalla sola introduzione di una regina. Nella maggior parte dei casi, o la colonia è in un processo di allevamento di una regina (che andrà a buon fine senza “aiuto”)  oppure è in una situazione molto lontana dall’aver soltanto bisogno di una regina. Mentre saltare di gioia per l’acquisto di una regina è una reazione normale per un apicoltore neofita, non è di norma la corretta soluzione per un alveare in cui non ci sia covata. È anche un metodo incredibilmente non sostenibile di accudire le proprie api.  In questo articolo, spiegherò perché spesso le colonie appaiono senza regina durante l’estate e i modi in cui risolvere questo problema senza acquistare una regina fecondata.

SITUAZIONE 1: LA COLONIA STA SOSTITUENDO LA REGINA. CI SONO MOLTI PROBLEMI PER CUI LE COLONIE SI RITROVANO ORFANE AD INIZIO ESTATE: SOSTITUZIONE DI UNA REGINA VECCHIA, SOSTITUZIONI IN PACCHI D’APE E SCIAMI

Sostituzione

Cella reale naturale

La sostituzione è il processo per cui le api rimpiazzano le regine uccidendo la vecchia e allevandone una nuova. La sostituzione è normale nelle colonie. È un comune malinteso per i principianti che la regina viva per anni e anni, ma nella realtà, la maggior parte delle regine sono sostituite entro i due anni. Negli Stati del Nord, questo rimpiazzo accade spesso proprio al termine del periodo di sciamatura durante il flusso nettarifero. Molti apicoltori esperti cambiano le regine dopo il raccolto ogni anno per evitare l’interruzione della raccolta del miele. 

Così, se non sostituisci regolarmente le regine e hai regine vecchie da invernare potresti preparare le api a sostituire le regine a metà estate dell’anno seguente. Non c’è da sorprendersi quando una tua colonia con una vecchia regina rimane orfana.  


Il momento buono per sostituire le regine ‘vecchie’ e anche quelle che arrivano con i pacchi d’ape, è dopo il primo grande flusso nettarifero. Basandomi solo sulle chiamate di apicoltori, la mia esperienza è che tra ¼ e 1/3 dei pacchi d’ape sostituiscono le regine a metà estate.

La sostituzione di regine è normale per la salute a lungo termine della colonia, e la mia ipotesi è che i pacchi sostituiscano le regine proprio perché ‘non sono normali’.

Le api non fanno le cose casualmente – hanno dei segnali che guidano il loro comportamento. Uno dei principali segnali sono le differenti età delle api e della covata nell’ alveare, i quali sono rilevati grazie ai feromoni.

Le operaie valutano costantemente le loro regine in questo modo ovvero: se una regina è buona e depone costantemente, all’interno dell’alveare devono esserci api di qualsiasi età, nella giusta proporzione.  Se la regina non depone con costanza, allora ci sono api di età casuale e grosse interruzioni nella deposizione.

In natura, se le api si imbattono in questo scenario di api di età casuale, potrebbero dedurre che la regina non è efficiente e rimpiazzarla.
Pensiamo a ciò che avviene in un pacco d’api: api provenienti da diverse colonie e di età differenti che vengono messe assieme con una regina che inizia a deporre in un momento dato della stagione. Questa regina non appare un granchè alla colonia, ma non c’è un modo carino di ricordare alle operaie che sono ‘un pacco d’api’ e dovrebbero dare qualche chance in più alla ‘loro’ regina.

Quando la regina inizia a deporre, le api la lasciano fare per avere un poò di covata da allevare e poi la rimpiazzano per rimediare al “problema”.

Le regine possono essere anche rimpiazzate se sono malate o sono state danneggiate durante il trasporto – se il tuo pacco è stato riscaldato, o la regina fosse malata, allora le api possono anche sostituirla subito.

In cocnlusione: è veramente comune che nei pacchi e nelle colonie invernate con regine vecchie ci siano sostituizioni a primavera o inizio estate. È davvero importante ricordarlo agli apicoltori neofiti, cosicchè possano essere preparati a affrontare la sostituzione della regina.

Sciamatura

Api sciamanti


Nel Michigan, a partire da giugno siamo fuori dal periodo di sciamatura naturale, dove le colonie invernate crescono per poi dividersi, ma stiamo solo entrando nella densa stagione della sciamatura indotta– dove ogni colonia sciama perché il loro apicoltore non ha provveduto a dare sufficiente spazio (spazio = favi costruiti sopra il nido di covata). È un errore molto comune per i principianti sottostimare la produzione di miele delle famiglie invernate. Sono soliti mettere un solo corpo la volta, mano a mano che l’ultimo si riempie. In Michigan, come in molti Stati del Nord con importanti flussi, potresti aver bisogno di aggiungere due o tre melari la volta (che figata! In stagioni così parche come le ultime il triplo melario è il sogno proibito di ogni apicoltore N.d.t.), altrimenti, le api inizieranno a riempire il nido con il nettare, la regina non potrà deporre da nessuna parte e la colonia sciamerà. È facile avere una colonia sciamata e non notarlo, perchè le colonie sono davvero molto popolate.  E ci si potrebbe poi trovare anche con sciamature secondarie di regine vergini.

Qualcosa (o tu) ha ucciso la regina
La CBS ( Clumsy Beekeper Syndrome) (Sindrome dell’apicoltore goffo n.d.t) rimane una seria causa di ferimento o morte della regina. A primavera, gli apicoltori eseguono un gran numero di manipolazioni e divisioni, ed è facile far rotolare la regina o schiacciarla quando stai smembrando un alveare. C’è sempre il rischio di ferire o uccidere la regina e le api si troveranno nella necessità di rimpiazzarla.

Celle reali artificiali

Indipendentemente dal fatto che la regina sia stata persa durante la sciamatura, per sostituzione o per mortale manipolazione dell’alveare, le api lavoreranno per rimpiazzarla se hanno larve abbastanza giovani. Di norma le api possono allevare una regina abbastanza agevolmente e una vergine può nascere da una cella. La maggior parte delle volte, rientrerà dal suo volo di fecondazione e la colonia potrà tornare sulla giusta via.

Generalmente ci sono problemi seri quando la regina non fa ritorno dal suo volo di fecondazione (può essere uccisa da un’auto, mangiata da una libellula, perdere la strada del ritorno), e le api non hanno più larve giovani per allevare una regina. In questo caso la colonia è disperatamente senza regina. Per determinare se abbiamo solo una colonia orfana o irrimediabilmente orfana, abbiamo bisogno di osservare i tempi.

Il più delle volte quando una colonia rimane senza regina, è comunque in grado di sostituirla. Tendiamo al panico piuttosto che alla paziente attesa perché il processo spesso è più lungo di quanto si pensi.

Nella maggior parte delle agitate chiamate per regine che ricevo, la colonia sta bene e la prospettiva dell’apicoltore è invece che ci siano problemi.

Persino peggio, la colonia stava allevando una nuova regina, ma l’apicoltore ha incasinato la situazione (gettando via la vergine o eliminando la cella) perché è andato a verificare troppo presto.

L’apicoltore riflessivo

Per fortuna, le api sono biologicamente coerenti così noi possiamo usare la matematica elementare per saper quando poter iniziare a dare di matto non avendo una regina nell’alveare.

Primo, osservare la covata. Ricordarsi che le operaie sfarfallano in 21 giorni, la covata maschile in 24 giorni. Se hai unicamente covata maschile opercolata, allora hai avuto una regina fino a 21-24 giorni fa. Potresti sempre essere in grado di dire da quanto tempo la covata è opercolata basandoti sul colore e la quantità, o osservando le larve che offrono una maggiore informazione (rimuovendo l’opercolo e valutando la pigmentazione degli occhi: più sono scuri e più sono prossime allo sfarfallamento n.d.t.).

http://beespoke.info/wp-content/uploads/2014/06/QueenRearingTimeline.png

Giorno 1 – Regina morta- nessuna deposizione nella colonia  
Le api alleveranno una nuova cella reale, utilizzando una giovane larva. Se la colonia è sciamata o sta sostituendo la regina, allora avranno iniziato ad allevare la cella reale prima che la regina sia morta. In caso di emergenza (per esempio l’hai schiacciata) inizieranno il giorno successivo

Uova e larve

Giorno 8 – 14 – La regina emerge dalla sua cella
Occorrono 16 giorni per avere una regina dal momento della deposizione allo sfarfallamento. Generalmente, una colonia parte da una giovane larva, così possiamo aspettarci di avere una vergine 2 settimane dopo che la regina è andata via. In uno sciame, che non parte prima che la cella reale sia opercolata (8 giorni dopo che l’uovo è stato deposto), si schiuderà in poco più di una settimana.

Una settimana dopo lo sfarfallamento (Giorno 15-20) – La nuova vergine è pronta per il volo di fecondazione
È sufficiente circa una settimana per restare vergine,  e fortificare le ali prima che vada a fare il volo di fecondazione.
Siamo già oltre le 2-3 settimane, e alla regina potrebbero servire ancora  2 settimane per essere fecondata adeguatamente. Generalmente  è più rapido di tutto questo, ma se c’è un po’ di maltempo (come spesso accade nel Michigan a primavera) si potrebbe arrivare alla seconda settimana.
Questo processo può aver luogo più rapidamente (la sostituzione dopo una sciamatura in caso di bel tempo), o può avvenire in settimane e settimane.

Sta iniziando ad avere un senso il perché i tuoi mentori e i tuoi insegnanti continuino ad insistere sul prendere dei buoni appunti, non è così?


Adesso, la regina sta rientrando, le api sposteranno il polline e puliranno le celle così che possa iniziare a deporre. Ricordando che inizierà solo con una piccola porzione di uova. Se normalmente non riesci a vedere le uova, o non osservi attentamente e pazientemente nella esatta parte del nido dove la regina inizia la deposizione, in questa fase potresti perderti nella ricerca.
In questo scenario, l’alveare può essere senza un segno visibile della regina per settimane, e come possiamo fare? Ogni cosa ha funzionato bene. Possiamo dire che invece di aspettare, potresti comprare e inserire una regina fecondata. Le api mangeranno il poco candito che funge da tappo, e allora o la uccideranno o la giovane regina vergine potrebbe uccidere la regina introdotta.
La regina potrebbe non avere alcuna possibilità e potresti averne sprecata una perfettamente buona, allevata con amore (ma tempo e soldi sono tuoi). Per evitare questo scenario, devi assicurarti che le api non abbiano iniziato felicemente il processo di sostituzione della regina.

Cosa fare quindi se è con ogni probabilità in corso la sostituzione di regina?

Verifica i tuoi appunti e aspetta. Il più delle volte la sostituzione va a buon fine. Se aspetti abbastanza a lungo sarà ovvio verificare che sia andato tutto a buon fine (regina deponente con buona covata) oppure no (operaie deponenti).

Leggi il prossimo articolo per sapere come trattare una colonia con operaie figliatrici.

0 Comments

Leave a Comment